Femminilità all’ennesima potenza

Maria João chiude il Top Jazz Festival di Reggio Calabria, affidato alla guida artistica di Paolo Damiani. Vent’anni fa al Roccella Jazz, oggi Maria João incanta la platea del Teatro Cilea.

Donna fantastica dall’intensa verve teatrale, voce d’angelo, calore portoghese e gorgheggi cosmici. Questi gli ingredienti di una straordinaria artista, che nel mondo del jazz è unica e assoluta. Di madre monzambicana e padre portoghese, Maria João, diretta dal pianista Màrio Lagihna, calca le scene musicali internazionali a partire dagli anni ’80, incarnando l’Africa e l’Europa mediterranea. La sua voce è suggestiva, accattivante, pericolosa, un fenomeno vocale senza precedenti.

Femminile, delicata e grintosa si muove sul palcoscenico come un fiore di pesco al vento, cimentandosi persino nella lingua orientale. Nel suo percorso artistico si intravede una straniante poetica musicale, il senso del percorso, della trasformazione e dell’evoluzione. Moduli espressivi molteplici, che illuminano il vero senso del viaggio, della parola, della persona, dell’anima errante. La collaborazione con Màrio Lagihna le ha permesso di realizzare la sua toccante geografia artistica.

Annunci

Un pensiero su “Femminilità all’ennesima potenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...